La Fiorentina gioca e vince, Jovetic stende l’Udinese

Vince l’entusiasmo del Franchi. Una prima in grande sintonia con i propri tifosi, la Fiorentina riparte come non si vedeva da tempo. Gioco e pubblico gioioso sugli spalti.

Il 3-5-2 si dimostra penetrante, nei primi 5 minuti i viola con Jovetic &co. fraseggiano mettendo in difficoltà i bianconeri che faticano a trovare le misure. All’11’ una buona palla capita sul destro di Pasqual ma non riesce ad imprimere forza.
Più pericoloso due minuti più tardi sull’altro fronte Willians che sfrutta un’indecisione viola ma non ne approfitta tirando debolmente per Viviano.
Ci prova Ljiajic su punizione al 20′, facile presa. Ancora lui due minuti piu tardi, il serbo in pratica batte un rigore in movimento su cross di Pizarro due minuti più tardi ma Brkic si salva d’istinto.
E’ una Fiorentina tutta d’attacco, minuto ventisette botta al limite di Romulo e solo una deviazione evita il gol, meritato, del vantaggio viola.
L’incredibile però è dietro l’angolo, alla seconda sortita in avanti bianconeri passano in vantaggio. Maicosuel sfrutta un’altra indecisione su un bel cross che taglia la difesa gigliata e con un diagonale batte Viviano al primo vero tiro in porta dei friulani. Il pubblico rimane però vicino alla squadra, anche ci vuole una decina di minuti prima di vedere il primo tiro della reazione con Ljajic dal limite. Arriva poi al 40′ una serpentina di Jovetic, Brkic para a terra. Continua la pressione sulla fasce dei viola ma si arriva all’intervallo con il risultato di 0-1.
Si riparte con un solo cambio tra gli ospiti, al quinto il primo brivido arriva dal portiere udinese che manca una facile presa ma la palla finisce a lato. Stessa sorte nell’azione successiva, stavolta era Jovetic dalla distanza.
Al decimo Ljajic dà spettacolo al limite, si libera in giravolta ma la palla viene provvidenzialmente deviata sopra la traversa. Corner.
FiorentinaLa squadra di Montella crea moltissimo gioco, ma deve faticare per arrivare al tiro. L’assenza di un attaccante di ruolo è più evidente nella ricerca del pari. Entra El Hamdaoui, è la mossa del tecnico viola per provare ad aumentare la concretizzazione offensiva della mole di palle create e disperse nei dintorni dell’area.
Una deviazione beffarda vuole che l’1-1 arrivi subito dopo. Minuto 22, ci prova ancora Jovetic che trova la deviazione di un difensore che beffa il portiere bianconero. Pareggio meritatissimo per la squadra di casa.

Azione successiva, vicino il vantaggio. Cuadrado crede nel mettere una palla al centro, la deviazione la fa battere sullatraversa e rimbalzare in campo. I toscani comunque ci credono. Al 28′ El Hamdaoui prova la giocata spettacolare, palla al piede sulla sinistra mette di un soffio sull’esterno la palla del 2-1. L’Udinese sembra senza fiato dietro l’agonismo dei gigliati.

Ci prova ancora il bomber ex Ajax, ma la sensazione è che i viola non riescano a trovare lo spazio per il tiro nonostante un possesso di palla straordinario.
A due minuti dalla fine arriva quello che sembra il gol vittoria, ma la traiettoria della punizione di Pasqual si chiudebeffardamente sul palo. Ma quello che negano i novanta minuti regolamentari lo regalano i minuti di recupero. Scatta il 90′ assieme a Jovetic, il campione montenegrino è bravo a giocare la palla e mettere nel sacco la palla del 2 a 1 che trasforma ilFranchi in una bolgia. Giusto così.

,