Incredibile al Franchi: i viola rimontano da 1-2 a 5-2 ma nel finale rischiano un clamoroso pareggio!

Una Fiorentina a due facce, in 25 minuti ribalta però una partita come non accadeva dal famoso 4-2 alla Juve. I viola partono avanti, subiscono la rimonta, sbagliano il rigore del pari e con uno stadio preparato al peggio creano una delle rimonte più incredibili mai viste al Franchi: da 1-2 a 5-2 con autorevolezza contro un’avversaria diretta per l’Europa. Certo che l’Inter di Pioli ci mette del suo, quando sembra avere la partita in pugno apre la difesa dove gli attaccanti viola entrano come una lama nel burro. Stessa cosa per la difesa gigliata nel finale, che riesce a far rientrare in gara nei minuti di recupero una squadra nerazzurra mai vista nella ripresa. Finisce con una vittoria comunque ispirata in una gara che entra nella storia per gol (9) e andamento.

Serata triste, tristissima, prima del fischio d’inizio. Si parte dal doppio lutto che si vive al Franchi, tra Scarponi e il tifoso morto a Lisbona.
La Fiorentina sembra allinearsi al silenzio dello stadio, non riuscendo ad entrare in partita. I primi minuti sono tutti nerazzurri, anche se il primo acuto è viola: bella azione della Fiorentina, ma difesa nerazzurra troppo passiva. Milic mette in mezzo dalla sinistra, Vecino si inserisce in area e trafigge Handanovic da posizione ravvicinata. Uno a zero al 22esimo dopo aver avuto un altro paio di spazio in area milanese.

L’Inter però sa giocare in profondità e sfruttare gli errori della difesa viola per un repentino uno-due. Prima Perisic si libera di un avversario con il tunnel e allarga per Candreva che mette a sedere Milic e chiude il triangolo, consentendo al croato di battere a rete dall’interno dell’area e battere Tatarusanu. Tre minuti e arriva il raddoppio: verticalizzazione di Joao Mario, Icardi vince il duello con Sanchez e si invola, a tu per tu con Tatarusanu, per segnare.
I viola provano a reagire, chiudono in avanti.
Nella ripresa il leitmotiv sembra ancora peggiore: si parte bene, con un rigore per fallo su Babacar. Poi il disastro: sul dischetto vanno sia il senegalese che Bernardeschi. Batte il carrarese nel peggior modo possibile, Sousa è costretto perfino a toglierlo. Entra Ilicic e, quando nessuno se lo aspetta, cambia la partita: la Fiorentina triste diventa brillante. Il rigore sbagliato aveva fatto cadere una cappa di pessimismo sul Franchi che ha salutato, ingiustamente, Bernardeschi con i fischi. Però cambia tutto all’improvviso. Al 18esimo Astori pareggia con un colpo di testa su angolo, un minuto dopo azione spettacolare di Vecino che tira da fuori area il gol del sorpasso. L’Inter ora crolla come i viola nel primo tempo. La Fiorentina spreca una ghiotta azione di rimessa, con Tello che si fa chiudere da Miranda senza riuscire a servire in mezzo Babacar. Non sbaglia invece il contropiede Babacar poco dopo mettendo il 4-2 con un diagonale. Incredibile al Franchi. E non è finita.

Salcedo si invola sulla destra e mette in mezzo per Babacar che, da pochi passi, appoggia in rete. 5-2! Inter in ginocchio, Babacar ha ancora un’occasione per la tripletta come anche Borja rischia di trovare il sesto gol.
Incredibile anche il finale: Icardi ci crede ancora, suo il destro del 5-3. Poi nel primo minuto di recupero 5-4, tripletta per l’argentino e brividi al Franchi. L’Inter ci crede, minuto 93 Astori decisivo sulla linea! Una partita da un andamento delle reti senza precedenti si chiude con 9 gol. Tra gli applausi, meritati.

foto it.violachannel.tv

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com