1, 2 e 3… Cellini rimonta e batte l’Empoli: il Modena passa al Castellani

Un cinico Modena trascinato da un Cellini ispirato coglie una vittoria quasi decisiva in chiave salvezza, costringendo gli azzurri alla seconda sconfitta sconfitta consecutiva e alla settima al «Castellani».

Per gli azzurri è una sconfitta molto grave sia per come è venuta (vantaggio degli azzurri dopo soli 4′ con Lazzari e partita apparentemente in discesa per poi subire il pareggio alla fine del primo tempo con Cellini che si ripeteva nella ripresa), che per i risvolti per la classifica che fa davvero preoccupare, con le vittorie di Ascoli e Gubbio… e per il morale che era già da ricostruire dopo la rocamblesca sconfitta di Nocera; adesso con queste premesse salvarsi non sarà facile.

Prima del fischio d’inizio come preannunciato tutti i giocatori entrano in campo con la maglia 25 sopra la casacca di gioco prima di un toccante minuto di raccoglimento in memoria di Mario Morosini deceduto una settimana fa. Aglietti propone il rombo di centrocampo lanciando dal 1′ minuto il colombiano va a far coppia con Stovini mentre Busce’ e Regini completano il reparto. A centrocampo Moro davanti la difesa con Coppola e Ze Edoardo interni con Lazzari a fare da collante fra il centrocampo e l’attacco composto da Tavano e Maccarone. I Canarini rispondono con un modulo a specchio con il talentuoso Di Gennaro a innescare Cellini e Ardemagni. I giallo blu’ partono forte, dopo 20” gli ospiti si fanno pericolosi con Cellini innescato da Ardemagni ma il tiro è debole e Dossena blocca senza problemi. Gli azzurri prendono in mano il centrocampo e trovano il gol del vantaggio al 4′ con Lazzeri che innescato da Maccarone fulmina Caglioni con un secco piatto destro. Poco dopo ci prova Ze Eduardo con un tiro dai venti metri che si perde alto di poco. Il Modena reagisce ma l’Empoli fa buona guardia chiudendo tutti i varchi, gli unici pericoli per i padroni di casa vengono con tiri da fuori area; al 17′ ci prova Di Gennaro su calcio di punizione, il suo destro a foglia morta si perde a lato di poco. Un minuto dopo l’Empoli ha l’occasione per raddoppiare, discesa di Maccarone sulla sinistra il suo cross deviato da Milani con Tavano e Lazzari anticipati in corner dalla chiusura di Dalla Bona. Gli ospiti si propongono in fase offensiva con Cellini che si porta la palla sul destro ma non inquadra la porta. Le ripartenze degli azzurri fanno male, clamorosa è l’occasione capitata a Lazzari, che chiede e ottiene il triangolo da Tavano e il passaggio di ritorno del casertano lo libera davanti la porta ma il romano spedisce clamorosamente a lato.

Sul finale del tempo la beffa; Chara perde una palla a centrocampo liberando Ardemagni che si invola sulla sinitra pescando Cellini che si libera di Stovini e batte Dossena firmando il pareggio. Nella ripresa rientra dagli spogliatoi un Empoli neanche lontano parente da quello visto nella prima frazione, la squadra è impaurita giocando molto in orizzontale con poca intensità favorendo la difesa ordinata degli ospiti. Tuttavia i ragazzi di Aglietti hanno una grandissima occasione per riportarsi in vantaggio al 63′ Maccarone si gira in area chiamando alla deviazione Caglioni, sulla respinta del portiere emiliano si avventa Lazzari che spedisce incredibilmente a fil di palo. Chi sbaglia paga è l’antica legge non scritta del calcio, e dopo 4′ il Modena capovolge il risultato Di Gennaro pesca l’Ex Nardini sul secondo palo il quale rimette in area per Cellini che anticipa Stovini e batte Dossena. Nonostante i cambi peraltro tardivi di Aglietti gli azzurri non riescono a reagire, anzi è il Modena a segnare ancora manco a dirlo con Cellini che confeziona una veloce ripartenza peraltro viziata da un fallo su Ze Edoardo. Nel finale proteste dei padroni di casa verso i direttore di gara per un intervento su Mchelidze, ma nel finale sono ancora i canarini a sfiorare la terza rete con Ardemagni che colpisce la base del palo. Per i canarini è una vittoria che vale in pratica la salvezza, per gli azzurri una sconfitta pesantissima che vede allontanare l’obiettivo salvezza, in vista della difficilissima trasferta di Venerdì sul campo del Verona.

EMPOLI-MODENA 1-3

EMPOLI (4-3-1-2): Dossena, Busce’, Stovini, Chara, Regini, Moro (83’Signorelli) Coppola, Ze Edoardo, Lazzari (76′ Mchelidze) Tavano (58’Dumitru) Maccarone. A disp.: Pelagotti, Guitto, Gorzegno, Brugman. All.: Alfredo Aglietti.

MODENA (4-3-1-2): Caglioni, Perticone, Perna, Turati, Milani (51’Bassoli) Signori, Nardini (69′ Ciaramitaro) Dalla Bona, Di Gennaro, (87’Petre) Ardemagni, Cellini. A disp.: Guardalben, Petre, Carini, Ciaramitaro, Stanco, De Vitis. All.: Cristiano Bergodi. ARBITRO: Candussio Di Cervignano Del Friuli. Coad. Da Iori Di Reggio Emilia e Argiento di Frattamaggiore.

RETE: 4′ Lazzari, 44′ e 68 79′ Cellini.

NOTE: E’ stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di PierMario Morosini. Angoli 7-3. Ammoniti: Lazzari, Perticone. Spettatori P.ti 1.342. Abbonati 1.474. Tot. 2.816. Incasso 5.773.50.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com