Il Livorno cala il Poker, il derby con l’Empoli è amaranto

Non sembra volersi fermare il Livorno di Davide Nicola, che infila la 4° vittoria consecutiva ai danni di un Empoli, fin troppo remissivo nonostante i due gol segnati per svarioni difensivi labronici.

Gli amaranto si presentano con la stessa formazione che ha battuto la Pro Vercelli, a conferma che Nicola difficilmente cambia uomini e soprattutto schema, Sarri, dopo aver dichiarato di poter battere il Livorno manda in campo una formazione molto più attenta a difendere che ad attaccare, davanti non c’è ancora Ciccio Tavano, ma Sasha Cori, supportato da Maccarone.
Il Livorno non fa sconti, e fa subito capire quali siano le proprie intenzioni, passando in vantaggio dopo 6 minuti grazie ad una splendida punizione di Siligardi, conquistata da Paulinho. E’ la 4° rete in 4 partite per l’attaccante amaranto, che supera così il numero di gol segnati nella stagione scorsa.  L’Empoli è stordito, e si fa infilare poco dopo, ma Paulinho non in area si fa parare il tiro da Dossena. Il primo tempo si chiude con poche emozioni, gli azzurri non si sono mai resi pericolosi e hanno nettamente subito psicologicamente il gol iniziale di Siligardi. Nella ripresa gli uomini di Sarri mettono più in difficoltà il Livorno, con una costante pressione che porta poi Pucciarelli a colpire il palo (55′) dopo una bella azione corale. Ma a togliere le castagne dal fuoco ci pensa Emerson, professione difensore, re inventato da Nicola mediano, il numero 27 brasiliano raccoglie una respinta da calcio d’angolo e dalla destra lascia partire un tiro fenomenale che non lascia scampo a Dossena.
Il 2-0 è come una liberazione per il Livorno, che però allenta la presa, permettendo all’Empoli di accorciare le distanze: Pucciarelli sfugge a Salviato (discutibile) e serve in mezzo Sasha Cori, ben piazzato sul secondo palo, che sigla il 2-1. Piccolo poco dopo ha l’occasione per portare i suoi sul 3-1 ma sbaglia un gol già fatto sulla riga di porta.
Nicola cambia qualcosa, dentro Bigazzi (75′), fuori Siligardi. E’ il cambio che fa chiudere definitivamente la gara perchè è proprio il neo entrato, appena tre minuti dopo  a servire Paulinho che davanti a Dossena non sbaglia. Non c’è da aspettare molto per vedere anche il 4-1, firmato proprio Mirko Bigazzi (85′): Sponda di Dell’Agnello (entrato per Piccolo) per Paulinho, che serve in diagonale il numero 24 amaranto, il talentino labronico lascia sul posto il difensore con un gran numero e calcia dall’interno dell’area, Dossena fa una mezza papera e il Livorno continua a segnare. Nei minuti finali segna Spinazzola su assist di Pucciarelli, ma è tutto inutile, il Livorno vince e convince, strapazzando un Empoli poco propositivo e con poca voglia di vincere. Nicola si gode la vetta, sperando di rimanerci a lungo, continuando a fare punti già da sabato prossimo contro il Modena.

Il Tabellino

Livorno (4-3-3)  Mazzoni; Salviato, Bernardini, Lambrughi, Gemiti; Schiattarella, Emerson, Luci (dal 41’s.t. Remedi); Piccolo (dal 35’s.t. Dell’Agnello), Paulinho, Siligardi (dal 30’s.t. Bigazzi). A disposizione: Fiorillo, Meola, Prutsch, Gentsoglou. All. Nicola

Empoli (4-4-2) Dossena; Laurini, Tonelli, Romeo, Regini; Cristiano (dal 18’s.t. Spinazzola), Valdifiori (dal 18’s.t. Camillucci), Moro, Pucciarelli; Maccarone, Cori (dal 35’s.t. Shekiladze). A disposizione: Pelagotti, Ferreira, Hisaj, Signorelli. All. Sarri

Note
Arbitro:
 Tommasi di Bassano Del Grappa
Ammoniti: Valdifiori (E)
Marcatori:  Al 6’p.t. Siligardi, Al 18’s.t. Emerson, Al 23’s.t. Cori (E), Al 33’s.t. Paulinho, Al 40’s.t. Bigazzi, Al 45’s.t. Spinazzola (E)

s.messerini@calciotoscano.it

, ,
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com