Rimonta, vittoria e sempre in vetta alla B: il Padova cade a Empoli, azzurri sempre più protagonisti

Vittoria dal grande peso specifico quella degli azzurri oggi pomeriggio;  che per almeno  un ora hanno sofferto il Padova venuto il Castellani con la volontà di interrompere  il  digiuno di punti e di gol. La partita si era messa subito male per i ragazzi di Sarri; con i veneti in vantaggio dopo soli  13′. Empoli che fa fatica  ha impostare la consueta manovra con il Padova che presenta 10 uomini sotto la linea della palla. Molti giocatori non sembrano in palla; sembra la giornata in cui niente gira per il verso giusto. Poi nella ripresa l’Empoli cresce il Padova abbassa il proprio baricentro; anche se quando propone le proprie ripartenze è molto pericoloso. La mossa decisiva è l’inserimento di Pucciarelli per lo spento Verdi, proprio il neoentrato procura il gol del Pareggio di Maccarone. A questo punto la gara si accende le due squadre cercano la vittoria, e ci vuole un grande Bassi per salvare il risultato al 75′. Il finale con i veneti in debito d’ossigeno l’Empoli ci  crede e trova  la vittoria con Tonelli a 5′ dalla fine suggellata da Tavano al 94′.

Empoli FC StemmaLa Partita  Temperatura piuttosto alta, buona affluenza di pubblico, con circa 200  persone provenienti da Padova. I due tecnici schierano le formazioni annunciate; Sarri  il consueto 4-3-1-2 con la difesa che vedeva Laurini e Hysaj sulle corsie esterne Tonelli e Rugani in mezzo.  A centrocampo Valdifiori con capitan Moro (recuperato in extremis) e Croce ai  lati; trequartista Verdi alle spalle di Tavano e Maccarone. Marcolin rispondeva con il 3-5-2 Con Santacroce, Perna, Carini a costituire la linea difensiva davanti a Colombi; Modesto e Ceccarelli sugli esterni  Osuji  Musacci e Ampuero a giostrare in mezzo in appoggio all’ex Pasquato e a Feczesin. Primi minuti di studio con il Padova più grintoso, che guadagna subito due corner consecutivi; sugli sviluppi del secondo Al 3′ va Feczesin per la deviazione a centroarea Che mette fuori causa Bassi Laurini è prodigioso a  anticipare Pasquato.   5′ Empoli che si propone con una sgroppata di Laurini il suo cross non trova nessun azzurro per la deviazione vincente. Padova che trova il vantaggio al 13′ Ceccarelli pesca Pasquato che al limite dell’area conclude di sinistro in maniera sporca palla che è deviata da Laurini  assume una traiettoria strana mettendo fuori causa Bassi. La risposta degli azzurri:  e’ affidata a un paio di palle inattive che non sortiscono effetto; 19′ sciabolata di Pasquato per Ceccarelli che di testa manda alto. un minuto dopo E’ bravo Verdi a innescare Maccarone che da posizione defilata manda la palla sull’esterno della rete. L’Empoli non trova spazi prova la soluzione dalla lunga distanza con Valdifiori palla a lato. Al 37′ capitan Moro deve alzare bandiera bianca per un guaio muscolare, dentro Signorelli. Poche le emozioni fino al riposo; da segnalare un colpo di testa di Santacroce per il Padova alto al 42′ e una mischia in area patavina al 45′ con Rugani e Tonelli che  mancano la deviazione vincente per un soffio.

Ripresa- Il secondo tempo non vede cambi inizialmente; l’Empoli continua a fare fatica; gli ospiti quando si spingono in avanti fanno paura come al 54′ quando Bassi è prodigioso sul colpo di testa di Santacroce; Empoli che sembra dare segnali di ripresa; tuttavia al 54′ nuovo pericolo per la difesa azzurra con il diagonale di Pasquato che sfiora il secondo palo alla destra di Bassi.  Passano due minuti e Sarri gioca la carta Pucciarelli per lo spento Verdi. Il neoentrato da vivacità alla fase offensiva dell’Empoli, i risultati si vedono al 59′ Pucciarelli centralmente ha spazio  per il destro che Colombi devia soltanto, si avventa Tavano che sul filo del fuorigioco anticipa  il portiere biancoscudato e Maccarone a un metro dalla porta mette in rete di testa, il castellani esplode.   Poco dopo Iori nel Padova sostituisce l’ex Musacci. Empoli vicino al raddoppio con Pucciarelli che davanti a Colombi conclude troppo debolmente. Marcolin si gioca anche la Carta Ciano per  Feczesin e poco più tardi Laczko per Modesto; anche Sarri esaurisce i cambi a propria disposizione mettendo in campo Mchedlidze per Maccarone.  73′ Ceccarelli compie un fallo di reazione su Tonelli per l’arbitro è solo giallo…

Bassi Prodigioso- 75′  minuto forse decisivo: Ceccarelli va via sulla destra mette in mezzo per  Ampuero che a botta sicura trova Bassi che miracolosamente respinge di piede. Empoli torna a proporsi in avanti, il Padova si rintana nella propria metà campo. Azzurri che trovano  linfa dei neoentrati e dalla spinta del pubblico; il gol del 2-1 arriva all’85’ non un attaccante; ma è ancora Lorenzo Tonelli (3 gol nelle ultime due partite) a risolvere la gara: Angolo di Valdifiori e il centrale di Sarri impatta alla perfezione per il 2-1. Disperato assalto per il Padova, che all’ 88′ ha la palla del pareggio con Ciano che da dentro area spara alto, e Empoli che chiude la contesa  con un contropiede finalizzato alla perfezione da Ciccio Tavano con un chirurgico piatto destro.  A fine partita squadra sotto la maratona, ed Empoli che consolida il primo posto con 13 punti sui 15 disponibili in 5 partite, ma qui la classifica non la vuole guardare nessuno l’obiettivo sono i 51 punti  che portano al mantenimento della categoria, martedì sera arriva il Siena per un interessante derby toscano.

,