Finisce in parità il big-match tra Empoli e Palermo

Finisce senza vincitori il big-match tra Empoli e Palermo; al termine di 90′ molto tirati a livello agonistico e’ 1-1 tra la prima e la seconda della graduatoria. Botta e risposta con Rosanero in vantaggio con Lafferty al 70′ e Empoli che agguanta il pareggio con Tavano dieci minuti dopo.

EmpoliFC_180_zps2cf10ad3 nuovo stemmaL’Empoli ha tenuto a lungo il pallino del gioco in mano con il consueto fraseggio palla a terra cercando le imbucate centrali. Il Palermo ha giocato una gara prevalentemente in chiave difensiva cercando di bloccare le fonti di gioco puntando molto sulla fisicità, talvolta producendosi in alcuni interventi sopra le righe non puniti dal mediocre direttore di gara. In fase di possesso la formazione le verticalizzazioni per Lafferty e Hernandez (che dopo 19′ è costretto a abbandonare il campo per un guaio alla spalla) . Nella ripresa la partita è stata più godibile con i siciliani che hanno alzato il baricentro e si sono resi pericolosi dalla parti di Bassi.

 

 

L’Empoli si è affidato alle transizione centrali di Valdifiori e Verdi e alle incursioni degli esterni per Tavano e Maccarone che spesso trovavano l’opposizione dei centrali rosanero.

In Cronaca- Serata gradevole al Castellani che presenta un ottimo colpo d’occhio con la maratona (cuore pulsante del tifo azzurro) gremita.  Le formazioni sono presentano qualche novità rispetto a quelle preventivate alla vigilia. Sarri recupera Tonelli al centro della difesa a fianco di Rugani con Laurini e Hysaj a spingere sulle corsie esterne. Valdifiori metronomo del centrocampo con Croce a sinistra e Eramo a destra preferito a Signorelli. Tra le linee Verdi a innescare Tavano e Maccarone. Il Palermo risponde con un coperto 3-5-2. Ujkani confermato tra i pali con Andelkovic Munoz e Terzi bloccati dietro Morganella e Pisano con il compito di blindare le corsie esterne e di tanto in tanto proporre qualche tema offensivo. Maresca Verre e Bolzoni costituiscano la cerniera di centrocampo. L’attacco è composto da Lafferty e Hernandez. l’Empoli prende il comando delle operazioni sospinto dal caloroso pubblico del Castellani; al 2′ cross di Hysaj da sinistra palla che attraversa l’area ci prova Maccarone ma trova l’opposizione di Munoz che genera il primo corner. Al 10′ azione lineare iniziata da Valdifiori e rifinita da Tavano che prova il destro con palla alta. Poco dopo proteste del pubblico per un intervento molto dubbio di Munoz ai danni di Eramo. Gli azzurri trovano in Tavano lo sfogo naturale alla propria manovra visto che Maccarone viene spesso francobollato; Proprio il bomber casertano ci prova con un diagonale si perde a lato al 16. Mentre 4′ più tardi ci prova Verdi con il sinistro da posizione defilata che obbliga Ujkani alla respinta in corner. Il Palermo deve fare a meno di Hernandez sostiuito da Troianiello. Il tema è sempre lo stesso Empoli in avanti e Palermo impegnato a distruggere con le buone o con le cattive con un arbitro incapace di punire il gioco duro dei siciliani. Prima del riposo e’ Tavano a rendersi pericoloso con un diagonale da posizione angolata che obbliga ancora Ujkani alla deviazione in corner.

 

 

downloadRipresa- La seconda parte della gara è più godibile e divertente; al 47′ cross di Hysaj che obbliga il portiere del Palermo a smanacciare la sfera. Al 55′ Empoli vicinissimo al vantaggio con Maccarone innescato da un assist con il contagiri di Tavano la sua conclusione si perde alta. Il Palermo si fa molto pericoloso con le palle inattive; come al 58′ quando Munoz devia sulla traversa un angolo battuto da Maresca. Empoli che non si spaventa e continua a giocare nella metà campo avversaria.

 

 

L’acuto di Lafferty- Il Palermo trova il vantaggio al 70′ in maniera rocambolesca; cross di Morganella smanaccia Bassi palla che rimane in area e viene rigiocata dai siciliani, conclusione di Maresca deviata da Pucciarelli palla che arriva a Lafferty tenuto in gioco da Rugani e Hysaj che di testa Bassi.

Ci pensa il solito Tavano- l’Empoli non accusa il colpo e continua a giocare; Sarri si gioca la carte Levan Mchedlidze dando vita a uno spregiudicato 4-2-1-3 che porta i suoi frutti all’80’ con Ciccio Tavano che regala all’Empoli il meritatissimo pareggio con un preciso diagonale. Le due squadre a questo punto cercano di superarsi come due pugili. Il Palermo si rende pericoloso nuovamente all’ 83′ con Troianiello la cui conclusione si stampa sulla Traversa. L’Empoli continua a spingere ma va a scontrarsi contro il muro ospite, e il triplice fischio di Nasca apparso decisamente mediocre sancisce la divisione della posta tra Empoli e Palermo.

 

 

EMPOLI-PALERMO 1-1

EMPOLI (4-3-1-2): Bassi, Laurini, Tonelli, Rugani, Hysaj, Valdifiori, Croce, Eramo (78′ Mchedlidze),  Verdi (66′ Pucciarelli), Tavano,  Maccarone (83′ Castiglia).  A disp.: Pelagotti, Mario Rui, Pratali, Barba, Ronaldo, Castiglia,  Mchedlidze. All.: Sarri.

PALERMO (3-5-2): Ujkani, Munoz, Terzi, Andelkovic, Morganella, Bolzoni, Maresca, Verre (66”Vezquez), Pisano, Lafferty, Hernandez (19’Troianiello, Ngoyi),   A disp.: Fulignati, Lazaar, Vitiello,  Ngoie,  Di Gennaro. All.: Iachini.

ARBITRO: Nasca di Bari: Assistenti: Ciancaleoni di Foligno e Di Iorio di Verbania.

RETI: 70′ Lafferty, 80′ Tavano.

NOTE: Ammoniti: Lafferty, Verdi, Morganella, Terzi, Bolzoni,  Angoli 5-3.   Rec. 4’+4′.

,