Empoli punito solo da un’autorete, la Roma passa di misura al Castellani

P1020833La Roma espugna il “Castellani” come da previsione, ma lo fa solo grazie ad una sfortunata autorete del portiere azzurro Sepe. L’Empoli si prende i meritati applausi per una partita condotta con orgoglio, coraggio e ordine tattico. 

 

Castellani gremito- Si gioca davanti ad una cornice di pubblico davvero importante, quasi tutti i settori dello stadio sono gremiti, con una nutrita e rumorosa rappresentanza di tifosi giallorossi in curva sud. Sarri sceglie gli undici previsti alla vigilia, il consueto 4-3-1-2 con la linea collaudata dei quattro difensori, composta da Laurini e Hysaj sugli esterni e Tonelli e Rugani in mezzo. A centrocampo Valdifiori, Croce e Vecino, Verdi a fare il guastafeste ispirando Tavano e Mchedlidze. Sul l’altra sponda Garcia si affida al 4-3-3 affidandosi al tridente composto da Florenzi-Destro-Ljajic.Azzurri che dimostrano di non avere timori riverenziali verso l’avversario, al 3′ Valdifioriesca con il contagiri Verdi il quale non aggancia un pallone d’oro. Risponde la Roma al 7′ con Florenzi che obbliga Sepe alla deviazione in tuffo. Al 12′ Maicon si libera di Hysaj il suo cros viene smanacciato   dal portiere azzurro. Azzurri che rispondono colpo su colpo, riuscendo a tenere la difesa alta. Roma che fatica ad entrate nei sedici metri dell’Empoli. I giallorossi sfiorano il vantaggio al 39′ Naingolan pesca Destro che rimette in mezzo all’area per Maicon che da due passi colpisce un clamoroso palo, sulla ribattuta i giallorossi reclamano per un mani azzurro, l’arbitro lascia proseguire. Sul capovolgimento di fronte viene atterrato Verdi, la relativa punizione di Tavano viene addomesticata da De Sanctis.

 

La gara si sblocca proprio sul finire del tempo con una stilettata di Maicon che colpisce il palo, la schiena di Sepe prima di finire alla sue spalle. Dopo l’intervallo molti pensano che la Roma possa dilagare, ma non sarà’ così. I giallorossi hanno la palla del Raddoppio al 57′ con Maicon dopo un’ottimo scambio con Destro, ma Sepe gli sbarra la strada. Sarri da una scossa con gli inserimenti di Moro e Pucciarelli per Vecino e Verdi. Gli azzurri crescono di intensità e vanno vicini al pareggio con Mchedlidze con un tiro dai 25 metri che obbliga De Sanctis alla deviazione affannosa. Lo stesso Levan reclama un penalty per un contatto con Astori poco dopo ma l’arbitro lascia proseguire tra le proteste del pubblico. Azzurri che continuano a spingere con continuità e grande coraggio, ma alla fine la Roma con esperienza riesce a portare a casa i tre punti.

EMPOLI-ROMA 0-1

EMPOLI (4-3-1-2): Sepe; Laurini; Tonelli; Rugani; Hysaj; Valdifiori; Croce (79’Zelinski); Vecino (61’Moro); Verdi (62’Pucciarelli); Tavano; Mchedlidze. A disp.: Pugliesi, Bassi, Perticone, Barba, Mario Rui, Bianchetti, Signorelli, Guarente, Aguirre. All.: Sarri.

ROMA (4-3-3): De Sanctis, Maicon, Manolas, Castan (46’Astori), Cole, Naingolan, De Rossi, Pjanic (67’Keita), Florenzi, Destro, Ljajic (81’Gervinho). A disp.: Skorupsk, Yyanga mbiwa, Cholevas, Torosidis, Emanuelson, Paredes, Iturbe, Borriello, Totti. All.: Garcia.

ARBITRO; Gervasoni di Mantova. Assistenti Passeri di Gubbio e Preti di Mantova.

RETE: 46′ Aut. Sepe.

NOTE: Ammonito De Rossi. Espulso Sarri per Proteste. Angoli 8-0. Spettatori 10 mila circa.

,
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com