Empoli il cuore non basta: la Lazio si impone all’Olimpico 2-0

Arriva la seconda sconfitta consecutiva, ancora per 2-0 per L’Empoli sul campo della Lazio, stesso risultato maturato lo scorso maggio contro i biancocelesti. Azzurri penalizzati eccessivamente in una partita dove hanno tenuto a lungo il pallino del gioco non concretizzando le occasioni da rete. Martusciello (foto empolifc)Mister Martusciello alla vigilia aveva chiesto maggior coraggio alla propria squadra rispetto alle precedenti uscite contro Torino e soprattutto Inter. La squadra è parsa maggiormente vivace pressando maggiormente il pressing avversario. Conferma del 4-3-1-2 con Zambelli in sostituzione di Laurini e Pasqual confermato a sinistra in una linea che prevedeva la conferma di Barba e Bellusci.  A centrocampo Jose Mauri riprende il suo posto in mezzo al campo affiancato da Croce e Tello, con Saponara trequartista dietro a Pucciarelli e Gilardino. La Lazio dal canto suo si affida al 3-4-1-2 con Wallace, De Vrij e Radu a protezione di Strakosha, a centrocampo Felipe Anderson e Lulic sulle corsie esterne Biglia (sostituito dopo pochi minuti da Cataldi) affiancato da Parolo in mezzo al campo  con Milinkovic sulla trequarti in appoggio a Keita e Immobile.

FIAMMATA BIANCAZZURRA. Dopo una prima fase di equilibrio la Lazio prende il comando delle operazioni sfiorando il vantaggio al 26′ con Immobile con un destro sul quale Skorupski si oppone in corner. Rete che arriva al 29′ cross di Felipe Anderson da destra, Bellusci nel tentativo di anticipare Immobile serve Keita il quale si porta il pallone sul destro non lasciando scampo a Skoruspki. L’Empoli ha il merito di non perdersi d’animo sfiorando il pareggio con Gilardino innescato da Pucciarelli ma il suo colpo di testa viene respinto da Strakosha.

RIPRESA A TINTE AZZURRE. L’Empoli nella ripresa tiene a lungo il possesso di palla, anche se spesso fa girare la sfera con troppa lentezza anche se con Pucciarelli colpisce una traversa dopo solo 1′ e obbligando sempre con l’attaccante azzurro ad un grande intervento Strakosha. La squadra di Inzaghi fatica a ripartire consegnandosi al forcing avversario. Martusciello prova a cambiare inserendo Marilungo e Mchedlidze ma queste mosse non producono effetto, ed arriva il raddoppio per la Lazio nel finale, cross di Milinkovic sponfa di Immobile per Lulic, che anticipa Cosic e batte Skoruspki in uscita.

LAZIO (3-4-1-2): Strakosha; Wallace; De Vrij; Radu; Felipe Anderson (83′ Lombardi); Biglia (9’Cataldi); Parolo; Lulic; Milinkovic; Immobile; Keita (65′ Lukaku).A Disp: Vargic, Patric, Hoedt,  Prce, Murgia, Leitner, Luis Alberto, Djordjevic,  Kishna. Allenatore: Simone Inzaghi

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli; Bellusci; Barba (32’Cosic); Pasqual; Tello (59’Marilungo); Jose Mauri; Croce; Saponara; Pucciarelli; Gilardino (77’Mchedlidze). A Disp: Pelagotti;  Dimarco; Veseli; Diousse; Krunic; Pereira; Buchel; Maiello; Maccarone. Allenatore: Giovanni Martusciello.

ARBITRO: Fabbri di Ravenna,

RETI: 29′ Keita, 89′ Lulic.

NOTE: Ammoniti: Zambelli, Felipe Anderson, Pasqual, Parolo. Angoli 5-6. Rec. 1+4′.

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com