Lega Pro 2014-2015, il regolamento della “Serie C” unica

La Lega Pro ha ufficializzato nel comunicato n.10/L pubblicato in data odierna tutte le normative che regoleranno la prossima stagione. Andiamo a vedere nel dettaglio tutte le novità.

Campionato
Il Campionato di Lega Pro è articolato in unica Divisione formata da tre gironi di 20 squadre ciascuno. La composizione dei gironi sulla base delle società ammesse al Campionato è rimessa al Consiglio direttivo della Lega Pro.

Criteri di Promozione
Le squadre classificate al primo posto di ogni singolo girone passano direttamente al campionato di serie B. La determinazione della quarta squadra che acquisirà il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie B avviene dopo la disputa di play-off tra le squadre che, a conclusione del Campionato, si sono classificate al secondo e terzo posto di ogni girone e le migliori due quarte classificate dei tre gironi.

Scelta delle migliori quarte
LegaProPer la scelta delle migliori due quarte qualificate fra i tre gironi, si procede alla compilazione di una graduatoria (c.d. “classifica avulsa”) fra le tre squadre interessate, tenendo conto nell’ordine: punti conseguiti nei rispettivi gironi; a parità di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite; del maggior numero di reti segnate nell’intero Campionato; del minor numero di reti subite nell’intero Campionato; del maggior numero di vittorie realizzate nell’intero Campionato; del minor numero di sconfitte subite nell’intero Campionato; del maggior numero di vittorie esterne nell’intero Campionato; del minor numero di sconfitte interne nell’intero Campionato.

Primo Turno Playoff
Utilizzando gli stessi criteri usati per definire le migliori quarte verranno classificate in ordine di merito anche le squadre arrivate al secondo e terzo posto dei tre gironi. Fatto questo si procederà in questo modo:
a) la prima in graduatoria delle seconde classificate dei tre gironi incontra, in gara unica e sul proprio campo, la peggiore squadra quarta classificata ammessa ai play off;
b) la seconda in graduatoria incontra, in gara unica e sul proprio campo l’altra quarta classificata ammessa ai play-off;
c) la terza in graduatoria delle seconde classificate dei tre gironi incontra, in gara unica e sul proprio campo, la peggiore delle terze classificate ammesse ai play-off;
d) la prima in graduatoria delle terze classificate dei tre gironi incontra, in gara unica e sul proprio campo, la seconda delle terze squadre ammesse ai play-off;
e) per le gare di cui ai punti a), b), c) e d), in caso di parità di punteggio al termine dei minuti regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore;

Semifinali e Finale Playoff
Le semifinali si giocheranno tra le vincenti delle gare di cui ai punti a) e d) e tra le vincenti delle gare di cui ai punti b) e c). Si tratterà di gare con andata e ritorno sul campo della migliore classificata al termine del campionato in base alle disposizioni suddette. Le vincenti delle semifinali si affronteranno in finale sempre con gare di andata e ritorno sul campo della migliore classificata al termine del campionato in base alle disposizioni suddette.
In semifinale e finale, a conclusione delle due gare, in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si terrà conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore.

Criteri di Retrocessione
La squadra classificata al 20° posto in ogni singolo girone retrocede automaticamente al Campionato Nazionale Dilettanti; la determinazione delle altre due squadre, per ogni singolo girone, che debbono retrocedere al Campionato Nazionale Dilettanti, avviene dopo la disputa di play-out tra le squadre classificatesi al 19°, 18°, 17° e 16° posto.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com