Spal vittima della tradizione del Porta Elisa: un gol per tempo della Lucchese per i tre punti rossoneri

La Lucchese in formazione rimaneggiata per le assenze di Nole’, Degeri e Rajcevic presenta Pizza in mediana Risaliti dietro in coppia con Calcagni con Espeche e Calistri difensori centrali Mingazzini play basso davanti alla difesa Ferretti esterno basso e Lo Sicco play alto dietro Pagano e Forte.Rossoneri che devono riscattare la brutta prestazione di Pontedera ed una certa involuzione collettiva generale. Di fronte una Spal che pare aver trovato un buon equilibrio con il nuovo trainer Semplici in cerca di conferme dai suoi

La partita comincia subito in salita per i rossoneri lucchesi, la Spal manovra con disinvoltura ed arriva anche al tiro con Cottafava che spara a lato, sul rovesciamento di fronte al 5° viene commesso una fallo sui venti metri Pagano tocca per Mingazzini che libera un destro a giro imprendibile per Menegatti. Lucchese in vantaggio.

La Spal non ci sta ed aumenta i giri specialmente a centrocampo dove Capece Gentile e Di Quinzio scambiano e si trovano con facilita’, la Lucchese accusa la superiorita’ dei centrocampisti avversari ed aspetta un eventuale ripartenza per colpire in contropiede.Dopo una buona mezzora di possesso spallino che per la verita’ non genera un granche’ se non una punizione e un cross dalla tre quarti senza pretese, la Lucchese si risveglia dal torpore con Pagano che si beve tutta la difesa ferrarese e rimette al centro per Forte che batte a colpo sicuro ma trova la gamba di Cottafava a negargli la gioia del gol.Poco prima del fischio un tiro da lontano di Gentile apparentemente senza pretese costringe Di Masi ad una deviazione .

PortaElisa LuccheseNel secondo tempo il canovaccio dell’incontro non cambia la Spal fa un ottimo possesso palla favorito dai numerosi errori dei difensori rossoneri che sbagliano una quantita’ impressionante di appoggi dovuta anche da un campo reso pesantissimo dalla pioggia,al 12 la  Spal ha la palla buona in area con Fioretti che dal dischetto batte a Di Masi spiazzato ma trova la deviazione provvidenziale di Calcagni.L’inesorabile legge del calcio punisce la scarsa concretezza della Spal perche’ su un errato  disimpegno dell’ultimo difensore Lo Sicco fa n break a centrocampo con la Spal sbilanciata infilandola nel piu’ classico dei contropiedi con un tiro basso alla destra di Menegatti in uscita disperata.

Semplici fa un paio di innesti freschi e la Lucchese risponde a sua volta togliendo l’unica punta(Forte) per un esterno di manovra (Scapinello), il tema della partita non cambia con la Spal in continuo possesso e  che si fara’ viva dalle parti di Di Masi al 25 e al 27 con Fioretti e Rovini ma non succedera’ piu’ nulla fino ain fondo. La Lucchese ringrazia e porta a casa tre punti importantissimi per togliersi dalle pastoie del fondo classifica, capitalizzando al massimo le uniche occasioni create e facendo un buon salto di qualita’ sul rapporto pallegol create e realizzate. La Spal vista oggi e’ parsa ottima squadra davvero ma inconcludente e sterile. Prossimo appuntamento derbissimo a Carrara il prossimo sabato.

Lucchese: Di Masi, Calcagni, Risaliti, Espeche, Calistri, Mingazzini (37′ st Strizzolo), Ferretti (25′ st Santeramo), Pizza, Forte (45′ st Scapinello), Lo Sicco, Pagano. A disp. Pazzagli, Cazé, Bianchi, Russo. All. Galderisi.

Spal: Menegatti, Lazzari, Giani (15′ st Rovini), Capece, Gasparetto, Cottafava, Nava, Gentile, Fioretti, Di Quinzio (40′ st Finotto), Zigoni. A disp. Ranieri, Bellemo, Gerbaudo, Pappalanni, Rosina. All. Semplici.

Arbitro: De Angeli di Abbiategrasso

Reti: 5′ pt Mingazzini, 22′ st Lo Sicco

Note: ammoniti Mingazzini, Pagano, Zigoni, Scapinello. Angoli 10 a 3 per la Spal

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com