Empoli, con grande cuore e un pizzico di fortuna espugna Verona 1-0

Un Empoli formato cuore e sacrificio espugna il “Bentegodi” di Verona grazie al gol siglato da Costa poco dopo la metà della ripresa, cogliendo tre punti di inestimabile valore in chiave salvezza, affacciandosi addirittura nella parte sinistra della classifica.

logo-empolifcGli azzurri conquistano la seconda vittoria consecutiva sconfiggendo il Verona al bentegodi, in una gara difficile anche sul piano mentale, contro una squadra ancora a secco di vittorie, che proprio in settimana aveva cambiato il tecnico, con l’arrivo in panchina di Del Neri al posto di Mandorlini. L’Empoli ha saputo rispondere con grande compattezza determinazione e capacità di sofferenza. Da sottolineare la prestazione sopra le righe di Skorupski autore di parate eccezionali e di Costa, al netto del gol partita ha giocato una gara eccezionale. Non benissimo la squadra sotto il profilo del gioco ad essere onesti, con un Saponara a mezzo servizio, tuttavia la squadra ha provato a rispondere colpo su colpo agli attacchi avversari denotando grande carattere portandosi a più sette sulla zona retrocessione.

La Gara- Empoli che si affida a Barba per sostituire lo squalificato Tonelli in difesa, per il resto Pucciarelli rileva Livaja in attacco. Parte forte il Verona, spingendo soprattutto sulla sinistra, ma è L’Empoli a reclamare il penalty al 10 per un contatto tra Sapoanara e Moras per il direttore di gara si può proseguire. Gli scaligeri continuano a spingere ma sono gli azzurri a rendersi più pericolosi con una conclusione di Paredes di poco a lato e Maccarone innescato da Saponara, sul quale Gollini rispondeva presente. Il miglior momento del Verona coincideva con l’ultimo quarto d’ora dove Skorupski è protagonista di ben tre interventi: al 34′ su Toni a due passi, al 39′ volava all’incrocio per disinnescare il missile di Viviano e al 44′ prolungava in corner la conclusione di testa di Toni.

Ripresa- Solito canovaccio della ripresa, con Verona a spingere ed Empoli abile a chiudersi negli ultimi sedici metri. Anche se sono minori i pericoli per la porta di Skoruspski, gli azzurri Appena escono dal guscio trovano il vantaggio grazie ad uno sganciamento di  Costa al 17′ su Assist di Paredes. La reazione del Verona è rabbiosa e sfortunata visto che al 22′ arriva il palo di Bianchetti su angolo di Siligardi, da quel momento però non si registrano ulteriori pericoli per la truppa di Giampaolo che porta a casa un altra vittoria sofferta ma frutto del sacrificio e della volontà che li porta nella zona sinistra della classifica, cosa che da queste parti è avvenuta raramente………

 

 

VERONA-EMPOLI 0-1

VERONA (4-4-2): Gollini, Pisano (67′ Sala), Bianchetti, Moras, Souprayen, Wszolek (56′ Jankovic), Ionita, Viviani (77′ Zaccagni), Hallfredsson, Siligardi, Toni. A disp. Coppola, Helander, Zaccagni, Greco, Checchin, Wink, Tupta. All. Luigi Delneri.

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski, Laurini, Costa, Barba, Mario Rui, Zielinski, Paredes (73′ Croce), Buchel, Saponara (56′ Maiello), Pucciarelli (84′ Piu), Maccarone. A disp. Pugliesi, Bittante, Dermaku, Camporese, Diousse, Ronaldo. All. Marco Giampaolo.

ARBITRO: Tagliavento di Terni. Assistenti: Crispo/Carbone.

RETE: 62′ Costa

NOTE: Ammoniti: Mario Rui, Costa, Buchel, Paredes, Hallfredsson. Angoli 11-3. Rec. 0’+5′. Spettatori 10.000 circa.

,
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com