Agli azzurri non basta la magia di Krunic, la Lazio espugna il Castellani 2-1

Dura soltanto 60” la speranza per gli azzurri di firmare l’impresa, dal gol capolavoro di Krunic con un missile da 25 metri al pareggio firmato da Immobile. Da quel momento poi la Lazio si getta in avanti e con Keita trova il gol vittoria.

L’Empoli ha sofferto la fisicità e le geometrie della Lazio, che prediligeva il gioco sulle fasce utilizzando tutto il campo. Martusciello conferma il tradizionale 4-3-1-2, davanti a Skoruspki, Costa e Bellusci centrali con Laurini e Pasqual sugli esterni. A centrocampo Diousse viene affiancato da Krunic e Croce ai suoi fianchi, El Kaddouri in posizione di trequartista in appoggio a Maccarone e Pucciarelli. La Lazio si affida al 4-3-3 dove Parolo, Biglia e Milinkovic Savic costituiscono la cerniera di centrocampo. Nel tridente Felipe Anderson e Lulic (preferito a sorpresa a Keita), cercano di innescare Immobile.

PREDOMINIO LAZIALE . L’Empoli si rende pericoloso al 12′, cross lungo di Pasqual per Pucciarelli, il quale si produce in una rovesciata spettacolare con palla che si perde alta sopra la traversa. Ben presto però la Lazio prende il comando delle operazioni: al 16′ è Immobile a rendersi pericoloso a centroarea, il suo tiro viene bloccato da Skorupski. Premono i capitolini, che vanno vicini al vantaggio con Parolo abile ad inserirsi su cross di Lulic da sinistra, il suo diagonale esce di un soffio alla destra del secondo palo. Poco dopo  ci vuole un intervento di Bellusci per disinnescare una conclusione di lulic per evitare la capitolazione. Poco dopo è Milinkovic Savic da fuori area a chiamare in causa Skorupski il quale devia in corner, disinnescando anche la conclusione da fuori di Parolo con un volo plastico. La squadra di Martusciello prova a proporsi in avanti, El Kaddouri da un saggio della propria tecnica, anche se appare troppo isolato.

BOTTA E RISPOSTA. La ripresa vede lo stesso canovaccio, non riservando particolari emozioni ad eccezione di un sinistro masticato di El Kaddouri al 60′ Poco dopo la mezzora gli azzurri sbloccano a sorpresa il risultato con una stilettata di Krunic da 25 metri che finisce la propria corsa nel sette facendo esplodere il Castellani. Nemmeno il tempo di festeggiare, che Immobile pareggia approfittando di un clamoroso errore a centro area di Bellusci per il repentino 1-1. La squadra di Inzaghi ci crede, Keita subentrato ad uno spento Milinkovic Savic fa il diavolo a quattro sulla fascia sinistra, e proprio lui su cross di Felipe Anderson trova lo spazio per la stoccata vincente, con palla che supera Skorupski dopo esser stata deviata a Costa. La squadra di Martusciello, non riesce a reagire e la Lazio porta a casa il successo con autorevolezza. Tuttavia è una sconfitta tutto sommato indolore per gli azzurri che vantano ancora un vantaggio rassicurante sulla zona retrocessione.

 

 

IL TABELLINO

EMPOLI (4-3-1-2): Skoruspki, Laurini (76′ Veseli),  Costa, Bellusci, Pasqual, Krunic, Diousse, Croce (73′ Mauri),  El Kaddouri, Pucciarelli, Maccarone (70′ Thiam).  A disp.: Pelagotti, Zambelli, Dimarco,  Barba, Cosic,  Zajc, Buchel, Tello, Marilungo. All. Martusciello.

LAZIO (4-3-3): Strakosha, Basta (85′ Bastos),  Hoedt, Wallace, Radu (78′ Djordjevic), Parolo, Biglia, Milinkovic Savic (57′ Keita), Felipe Anderson, Immobile, Lulic. A disp.: Borrelli, Vargic, De Vrij, Gabarron, Lukaku, Bastos, Crecco, Murgia, Mohamed,Tounkara,  All. Inzaghi.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna. Assistenti Di Liberatore di Teramo e Di Iorio di Vco.

RETI: 66′ Krunic, 67′ Immobile, 79′ Keita.

NOTE: Ammoniti: Costa, Biglia, Diousse, Veseli.
Angoli 1-7. Rec. 0’+4′. Spettatori 8000 circa.

,
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com