Dove ordinare il Cialis in Italia
Beställ generisk Viagra i Stockholm | Viagra en Paris | Wo kann man Viagra in Berlin | Viagra kopen in Amsterdam | Dove ordinare il Cialis in Rome

Il Pisa agguanta il Monza in extremis

Pisa. Undici ragazzotti con un cuore grande così. Il Pisa di mister Pagliari acciuffa al 93’ il pareggio grazie a Ciccio Favasuli, che con un sinistro preciso piega la resistenza dei brianzoli e consente ai neroazzurri di muovere la classifica e dare continuità al pareggio di Carpi. La sconfitta sarebbe stata una beffa per il Pisa, fermato ripetutamente dai guantoni di Castelli e dai legni; il Monza, con due tiri e mezzo in porta, aveva ormai pregustato i tre punti, quando il numero otto toscano faceva esplodere un’ Arena che schiumava di rabbia contro la sfortuna e l’imprecisione degli avanti pisani. Il Match. I primi venti minuti sono targati Monza, con il Pisa che fatica a prendere le misure al 5-2-3 avversario. Al 5’ ci vuole tutta la reattività di Pugliesi per respingere una conclusione velenosa di Colacone. Intorno al quarto d’ora però il portierone pisano è beffato da un tiro velleitario di Palumbo deviato da Bizzotto in maniera decisiva. Il Pisa sbanda e dopo una conclusione dalla distanza di Zenoni ci pensa Perez a prendersi la squadra sulle spalle e trascinarla nella metà campo lombarda. L’attaccante neroazzurro al 25’ sguscia a Cusaro che non può far altro che stenderlo: dal dischetto Perna si fa ipnotizzare da Castelli che intuisce e respinge la conclusione del bomber toscano. Il Pisa non molla e alla mezz’ora Perez lavora un gran pallone per Favasuli che serve al centro ma né Perna né Nicastro impattano la sfera a due metri da Castelli. Un minuto dopo il Pisa va in rete: Tremolada verticalizza per Perez, Uggè liscia l’intervento e il numero undici neroazzurro salta Castelli e deposita in rete a porta vuota. Nei tre minuti di recupero della prima frazione succede di tutto: prima Nicastro colpisce il palo a due passi da Castelli, sul capovolgimento Colacone si libera con un numero al limite dell’area e fredda Pugliesi con un destro a giro. Nella ripresa il Pisa attacca in maniera generosa ma confusa e nella prima mezz’ora produce soltanto traversoni pericolosi non concretizzati dagli attaccanti. Pagliari decide di dare la scossa rivoluzionando l’assetto della squadra: fuori Audel, Perna e Nicastro per Gatto, Strizzolo e Berardocco, con Obodo abbassato a fare il terzino e poi schierato come centroavanti aggiunto per l’assalto finale. Al 34’ Perez viene trattenuto da Uggè in piena area, ma l’arbitro ammonisce l’attaccante per simulazione. Al 37’Gatto spara alto da ottima posizione, mentre al 41’ Buscaroli trova i guantoni di Castelli, bravo a distendersi al 46’ su una conclusione velenosa di Strizzolo. Ma all’ultimo respiro Favasuli non sbaglia facendo esplodere l’Arena. La Chiave. La carica agonistica del Pisa, abbinata a una condizione fisica invidiabile, ha permesso ai neroazzurri di pareggiare una gara che sembrava stregata. I giovani di mister Pagliari, dopo un avvio moscio, sono saliti in cattedra non mollando di un centimetro fino al 95’. Benissimo Perez, oggi migliore in campo, molto bene Tremolada, ancora proposto in versione play-maker. Male Perna e il rientrante Obodo, ancora lontano dal top, ma nel complesso si tratta sicuramente di un punto guadagnato, che tiene il Pisa a una lunghezza dal quinto posto lasciando intatti sogni e speranze play-off dei neroazzurri, in attesa del rientro dei big. Domenica a Sorrento il test sarà di quelli duri, ma al giro di boa Buscaroli e compagni meriteranno soltanto un grande applauso. Anche se, guardando i progressi del Pisa, sembra proprio che “il meglio deve ancora venire”.

 IL TABELLINO

PISA – MONZA 2-2

PISA (4-4-2): Pugliesi; Audel (30′ st Berardocco), Buscaroli, Bizzotto, Benedetti; Nicastro (15′ st Gatto)Tremolada, Obodo, Favasuli; Perna (10′ st Strizzolo), Perez. A disp. Sepe, Ton, Sodano, Benvenga. All. Dino Pagliari.

MONZA (5-3-2): Castelli; C. Zanoni, Uggè, Cusaro, Cattaneo, Bugno; Palumbo (38′ st Rossetti), Valagussa, Da Matta (43′ st Boscaro); Ferrario (33′ st Anghileri), Colacone. A disp. Marcandalli, Nappello, Senou, Torregrossa. All. Gianfranco Motta.

ARBITRO: Giallanza di Catania (Ass. Tonato di Bassano – Dal Cin di Conegliano)

RETI: pt 16′ Palumbo, 31′ Perez, 47′ Colacone; st 48′ Favasuli

NOTE: Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Angoli 12-5 per il Pisa. Ammoniti: Palumbo, Bugno, Buscaroli, C. Zenoni, Cusaro, Perez. Rec. pt 3′; st 5′.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com