Gavorrano, il punto di fine anno

È un bilancio positivo quello tratteggiato dal Direttore Generale dell’U.S. Gavorrano Filippo Vetrini al termine del girone di andata del Campionato di Lega Pro 2011/2012, seconda divisione.

Considerate le difficoltà che in questo momento sta vivendo il mondo del calcio – sottolinea Vetrini – la nostra situazione è estremamente positiva. Ci troviamo a ridosso della parte alta della classifica, con una rosa composta per la quasi totalità da giovani. Non dobbiamo però abbassare la guardia, siamo solo a metà strada. L’obiettivo è mantenere questa posizione di tranquillità in classifica e continuare a coniugare i risultati sul campo con il far play finanziario”.

Una prima riflessione riguarda il cambio di allenatore avvenuto lo scorso novembre.

Scegliere Pagliuca non è stato un errore – prosegue Vetrini –, è un allenatore giovane, con una visione del calcio innovativa, che potrà mettere in evidenza in modo positivo nel corso della carriera. Non era però in linea con “l’ambiente Gavorrano”. Non avevamo la stessa identità di vedute. Cosa diversa con Buso, perfettamente in sintonia con il nostro progetto e arrivato da noi grazie a una scelta ben ponderata”.

A brevissimo la riapertura del calciomercato, ma il Gavorrano non subirà grandi scossoni.

In generale credo che, in mancanza di denaro corrente, gli scambi la faranno da padrone. Per quanto ci riguarda non abbiamo operazioni particolarmente importanti da concludere. Cercheremo di accontentare quei ragazzi che, durante questi mesi, sono stati un po’ sacrificati dall’ampiezza della rosa. Per quanto riguarda Gucci, su cui sono state pubblicate delle indiscrezione, posso dire che è un giocatore che apprezziamo molto, ma c’è stato a malapena un primo approccio con il  procuratore. In ogni caso dovranno essere valutate a fondo le condizioni tecniche ed economiche. Per quanto riguarda Fioretti, abbiamo ricevuto soltanto una educatissima richiesta da parte del Catanzaro, nella persona del Presidente Cosentino. Per il resto sono solo chiacchiere. In ogni caso, se mai dovessimo decidere di rinunciare al giocatore, sicuramente il Catanzaro avrebbe una strada preferenziale per il modo garbato con cui si sono posti”.

(si ringrazia l’ufficio stampa dell’US Gavorrano)

,