Il Pisa frena la capolista: un gol di Perna rallenta la marcia della Ternana

Il Pisa di mister Pane strappa un punto importante davanti ai propri tifosi imponendo il pari alla capolista Ternana, squadra solida e coriacea che ha sofferto però la ritrovata verve e grinta dei neroazzurri.

Dopo un primo tempo a grandi ritmi ma avaro di emozioni, nella ripresa la Ternana passa alla prima disattenzione della retroguardia locale, ma viene raggiunta dall’ex Perna, abilissimo a girare alle spalle di Ambrosi un assist di Tulli.

La partita. Pane conferma il 3-5-2 con Ilari e Favasuli ai lati di Obodo in versione play-maker basso davanti alla difesa, dove Bizzotto fa le veci di Audel con Buscaroli recuperato almeno per la panchina. La capolista risponde con il classico 3-4-3 con Danti e Nolè supportano bomber Sinigaglia. Il primo tempo è ricco di intensità e di sano agonismo, con le due squadre che non lesinano tackle, scatti e sudore, nonostante il campo reso infingardo da un nubifragio che si è abbattuto sulla città della Torre Pendente circa due ore prima del match. Di occasioni da rete però neanche l’ombra, almeno fino al minuto 42’, quando Perna anticipa di testa l’uscita di Ambrosi ma spedisce la sfera alta sopra la traversa. Nella ripresa le due squadre si presentano con gli stessi interpreti e anche il canovaccio della gara non sembra cambiare. All’11’ però la Ternana passa con Nolè che servito da Carcuro penetra nella difesa pisana e trafigge un incerto Pugliesi sul primo palo. Il Pisa accusa il corpo, la capolista annusa la possibilità di uccidere il match e prova ad avanzare il baricentro, regalando di fatto al 18’ un pericoloso contropiede ai neroazzurri, finalizzato alla grande da Perna che si avvita a centro area a beffa Ambrosi con una parabola imprendibile. Nonostante il campo pesante il ritmo si mantiene buono ma Docente prima e Tulli pi non riescono a inquadrare la porta da buona posizione. La girandola di cambi nel finale non porta ulteriori sussulti e dopo 5’ di recupero le due squadre si dividono equamente la posta e gli applausi delle rispettive tifoserie per un punto che alla fine può accontentare tutti.

La chiave. Indubbiamente la condizione atletica del Pisa. Fino a due settimane fa i ragazzi di Pane sembravano pecorelle smarrite che trotterellavano nel rettangolo verde. Adesso, nonostante i big fuori per infortuni e squalifiche, i giovani neroazzurri corrono e “randellano” come nel girone di andata, dando l’impressione di uscire dal campo dopo aver “sputato sangue” per la maglia, requisito indispensabile per poter essere ben voluti in questa città. Il punto di stasera è un piccolo passettino verso la salvezza, che può e deve passare fra le mura dell’Arena, fortino che necessita di tornare la roccaforte inespugnabile di qualche tempo fa.

PISA – TERNANA 1-1

PISA (3-1-4-2): Pugliesi; Bizzotto (13′ st Buscaroli), Colombini, Sodano; Obodo; Benvenga, Ilari (30′ st Scampini), Favasuli, Benedetti; Tulli, Perna (39′ st Perez). A disp. Sepe, Ton, Gatto, Strizzolo. All. Alessandro Pane

TERNANA (3-4-3): Ambrosi; Ferraro (42′ st Fazio), Pisacane, De Giosa; Bernardi, Carcuro, Miglietta, Dianda; Nolè (32′ st Cejas), Sinigaglia, Danti (22′ st Docente). A disp. Virgili, Arrigoni, Gotti, Giacomelli. All. Domenico Toscano

ARBITRO: Ripa di Nocera Inferiore (Ass. Pentangelo di Nocera – Zuccaro di Napoli)

RETI: st 11′ Nolè (T), 18′ Perna (P)

NOTE: serata piovosa, terreno pesante. Angoli 7-4. Ammoniti Tulli, Favasuli, Bernardi. Rec. pt 0′; st 5′

,