Fiorentina, Gila-Cerci e il Cittadella è battuto

Buona la prima di Coppa Italia per i ragazzi di Mihajlovic. I viola sono passati in vantaggio subito grazie a Gilardino, poi l’ex Di Carmine ha pareggiato i conti. Nella ripresa un capolavoro di Cerci ha sigillato il risultato sul 2-1. Adesso il Campionato con la trasferta di Siena.
Caldo afoso al Franchi per la prima uscita ufficiale della Fiorentina. Pubblico buono in pieno agosto e curiosità per vedere all’opera l’undici di Mihajlovic. Il primo affondo è viola con Cerci che va al cross, ma nessuno è pronto a inserirsi per la stoccata vincente. Sempre il numero sette gigliato a concludere al 5′, bella la serpentina e la botta, ma Cordaz devia in corner. Il Cittadella all’improvviso mette paura al Franchi: punizione di Bellanzini e pallone che rimbalza pericolosamente davanti a Boruc e poi esce sul fondo. Bellanzini è l’uomo più pericoloso dei patavini, ancora una volta prova a centrare la porta, Boruc è attento e abbranca. Al 10′ i viola passano: Lazzari serve alla perfezione Gila che stoppa di petto e manda alle spalle di Cordaz. Al quarto d’ora Jovetic si invola verso la porta e spara a rete, Cordaz in due tempi si salva. Il Cittadella si riaffaccia in avanti al 18′ con Maah che batte forte senza creare preoccupazioni a Boruc. Il caldo prevale sul gioco. Poche emozioni, un tiro di Lazzari al volo che finisce in Fiesole e qualche fischio di troppo dei soliti irriducibili della contestazione. Passata la mezz’ora una stupenda azione di Jovetic è conclusa con un destro deviato da Cordaz sul palo. Maah di testa non schiaccia davanti a Boruc e la Fiorentina si salva. Al 36′ Di Carmine, ex di turno pareggia. La Fiorentina dorme, Bellanzini crossa e la punta beffa Gamberini e mette dentro. I viola si complicano assurdamente la vita contro un Cittadella che fa il suo compitino: chiusi bene di dietro e veloci ripartenze. Al 40′ Bellanzini su punizione manda fuori e ancora si soffre senza motiva. Da angolo Gila spizzica il pallone che esce beffardo alla sinistra di Cordaz. Passano due minuti e il capolavoro di Cerci è servito: il numero sette gigliato finta il cross si accentra e pennella una parabola: pallone che sbatte sulla traversa e finisce nel sacco. Il pubblico si diverte, Berhami manda alto di poco e i veneti si rifanno vivi con una punizione di Bellanzini che Boruc controlla agevolmente. Jovetic cerca con insistenza la via della rete, il montenegrino calcia forte ma ancora niente da fare e il pallone si spenge sul fondo. Da punizione Cerci chiama Cordaz al volo plastico, la tribuna applaude e Gila da pochi passi, subito dopo è anticipato sul più bello dal portiere. Al 25′ un mix tra applausi e fischi accoglie l’uscita dal campo di Montolivo per Kharja. La gara non viene chiusa e chiaramente il finale è palpitante da angolo il Cittadella crea qualche problemino alla retroguardia gigliata, che sbroglia poi esce Lazzari ed entra Munari. Cerci sul più bello spreca il possibile 3-1, cercando un improbabile dribbling invece di servire o Jo-Jo o Gila. Le azioni si susseguono in area ospite, Gamberini non riesce a toccare e ancora una volta Cordaz si salva. Liajic da due passi manda altissimo e fino all’ultimo si soffre. Poi il triplice fischio e il passaggio del turno per i viola.

Fiorentina-Cittadella 2-1

Fiorentina: Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Montolivo (Kharja 25’st), Lazzari (Munari 37’st); Cerci, Gilardino, Jovetic (Ljajic 42’st). A disp: Neto, Romulo, Nastasic, Marchionni. All: Mihajlovic.

Cittadella: Cordaz; Vitofrancesco, Gasparetto, Maah (Di Roberto 14’st), De Vito; Job, Baselli (Branzani 14’st), Schiavon, Martinelli; Bellazzini, Di Carmine (Busellato 30’st). A disp: Pierobon, Pellizzer, Magallanes, Marchesan. All: Foscarini.

Arbitro: Russo di Nola coad. da Rosi e Vivenzi. 4° Ufficiale: Palazzino.

Reti: 10’pt Gilardino, 36’pt Di Carmine, 2’st Cerci

Note: ammoniti: Cerci, Schiavon, De Silvestri, De Vito

,
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com