Dove ordinare il Cialis in Italia
Beställ generisk Viagra i Stockholm | Viagra en Paris | Wo kann man Viagra in Berlin | Viagra kopen in Amsterdam | Dove ordinare il Cialis in Rome

“La Fiorentina deve essere un punto di arrivo”, parola di Delio Rossi e Pantaleo Corvino

Stamani si è tenuta la conferenza stampa congiunta del Direttore Sportivo Pantaleo Corvino e del Mister Delio Rossi. Le parole del tecnico e del DS dalla sala stampa del Franchi.

Corvino: “Siamo qua oggi per togliere i dubbi e le perplessità di tante persone. Preciso subito che l’impegno della società non è cambiato di una virgola. Vogliamo lottare per un posto in Europa, rispetto per primi il Fair Play finanziario. Nel calcio ci sono momenti di travaglio che è importante affrontare attraverso il supporto di tutti“. La partenza di Gilardino? “Insieme abbiamo deciso che il suo ciclo a Firenze era finito. Lo ringraziamo per quello che ha fatto a Firenze“. Quale è la strategia della Fiorentina sul mercato?La nostra squadra ha dei valori importanti. In questo mese di mercato se ci saranno occasioni le sfrutteremo. Lo scarso anno abbiamo preso Behrami“. Silva? “Rientrerà a ore. Lo abbiamo preso perché aveva un pedigree importante“. La proprietà ha deciso di ‘smantellare’ la squadra? “Direi di no. Per Jovetic abbiamo rifiutato 25-30 milioni di euro. La nostra società vuole lottare per l’Europa rispettando il Fair Play finanziario”. Il suo futuro? “L’arrivo di un giocatore come Nastasic dimostra la mia voglia e la mia passione per questo mestiere. In questi momenti di turbolenza dobbiamo dare tutti di più. Conosco le dinamiche del calcio. Annuso molto prima certi travagli“. Non era meglio trovare prima un sostituto di Gilardino? “Lavoro per fare l’interesse del mio club. Il tempo ci darà se abbiamo fatto bene.

Rossi: La partenza di Gilardino?L’ho visto spento. Ho parlato con lui e poi ho trasmesso il suo pensiero alla società. Alberto con me si è sempre comportato da professionista, gli auguro il meglio“. Io ho scelto Firenze come punto di arrivo e non come tappa di passaggio. Voglio che i miei giocatori pensino la stessa cosa. Come allenatore ho la responsabilità di trovare la giusta alchimia“. Jovetic può essere il Cavani della Fiorentina? “Stevan è un giocatore importante. Ho allenato Cavani per un anno e mezzo. Cavani ha sempre segnato tanto. Jovetic non è ancora freddo sotto porta, ma l’importante è che arrivi alla conclusione“. Proprietà disinteressata? “I Della Valle non si vogliono disimpegnare. Ho parlato con loro prima di firmare il mio contratto e non ho avuto questa sensazione. Ho scelto la Fiorentina perché ci sono potenzialità e un futuro“. Ci sono altri giocatori demotivati? “Non ho questa sensazione“. Perché un giocatore dovrebbe scegliere la Fiorentina? “Perché ha una storia. Una tifoseria appassionata. Una proprietà solida e un futuro. Ho girato piazze importanti e non pensate che l’erba del vicino sia più verde“. Nuovo modulo con la difesa a tre? “Devo trovare la chiava giusta per far rendere al massimo il mio gruppo. In questo momento sta a me capire come valorizzare al meglio i miei giocatori“.

| via violachannel.tv

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com