Il Pisa vince il derby col Viareggio (2-0)

Con un gol per tempo il Pisa liquida la pratica Viareggio e conquista tre punti che proiettano i neroazzurri al terzo posto. Non deve ingannare il risultato però, perché le zebre sono state in partita fino all’ultimo, ed hanno provato a riprendere in mano il match, trovando sulla loro strada il palo e un immenso Pugliesi, che ha parato un rigore a Fiale e compiuto almeno due interventi provvidenziali.

PISA-Pagliari deve rinunciare ai big Carparelli, Obodo e Raimondi, oltre che a Scampini, e conferma il classico 4-4-2 con Trermolada in versione play-maker. Ranghi completi per il Viareggio di Bertolucci, che affianca l’estroso Cesarini all’aitante Scardina in attacco.

La partita inizia a ritmi elevatissimi, con le due squadre che giocano a viso aperto; dopo un minuto Tarantino incorna a pochi passi da Pagliesi che d’istinto respinge il pallone prima che varchi completamente la linea. Al 5’ risponde il Pisa con Perez, che trova un diagonale sul quale Ranieri si oppone di piedi. Al quarto d’ora Perna si gira in area e sfiora il palo con un sinistro a incrociare mente due minuti più tardi Buscaroli si vede ingiustamente annullare un gol per un fallo fantasma a seguito di un corner.

La gara poi scende di tono, e ci vuole uno svarione di Conson per rompere l’equilibrio: al 37’ infatti lo stopper ospite perde ingenuamente palla in un contrasto con Perez, che si invola sul fondo e pennella un cross per l’incornata di Perna, che viene sporcata in rete da Brighenti.

Nella ripresa il Viareggio avanza il baricentro, e costringe Pugliesi agli straordinari al 17’ con Cesarini, ma il portierone neroazzurro ci mette i pugni e devia in corner. Al 27’ è il neo entrato Palibrik che con un incursione solitaria fa calare il silenzio sull’Arena, ma il suo destro colpisce in pieno il palo. Il Pisa è in affanno e al 30’, dopo che Perez aveva centrato Ranieri con una conclusione ravvicinata, Cristiani in contropiede si invola verso l’area pisana ed è steso da Favasuli. Rigore sacrosanto che Fiale calcia forte e angolato, trovando però la saracinesca abbassata da San Pugliesi che si distende e mette in corner. Il Viareggio accusa il colpo e il Pisa allenta la pressione, conquistando poi al 35’ un rigore per un tocco di mano di D’Onofrio che Perna trasforma spiazzando Ranieri e regalando al Pisa una vittoria sofferta ma meritata, ottenuta grazie a una difesa bunker e al cinismo del suo contravanti. E Pisa adesso inizia a sognare.

Pisa-Viareggio 2-0

PISA (4-4-2): Pugliesi; Audel, Buscaroli, Bizzotto, Benedetti; Ilari (15′ st Benvenga), Berardocco (15′ st Nicastro), Tremolada, Favasuli; Perez, Perna (43′ st Ton). A disp. Sepe, Lanzolla, Gatto, Strizzolo. All. Dino Pagliari

VIAREGGIO (4-4-2): Ranieri; Carnesalini, Conson, Fiale, Brighenti; Cristiani, Pizza, Tarantino (25′ st Maltese), Licata (1′ st D’Onofrio); Scardina (25′ st Palibrk), Cesarini. A disp. Merlano, Grieco, Lamorte, Guerra. All. Francesco Bertolucci

ARBITRO: Castrignanò di Roma 2 (Ass. Brozomi di Torino e Damiano di Verbania)

RETI: pt 37′ Aut. Brighenti; st 35′ Perna (rig.)

NOTE: serata fredda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti Berardocco, Perez, Bizzotto, Favasuli, Tarantino, Palibrik. D’Onofrio. Angoli 4-4. Al 30′ st Pugliesi para un rigore a Fiale (V). Rec. pt 3′; st 3′ Abbonati 2030, paganti 2412, incasso 41.290 euro

, ,