Dove ordinare il Cialis in Italia
Beställ generisk Viagra i Stockholm | Viagra en Paris | Wo kann man Viagra in Berlin | Viagra kopen in Amsterdam | Dove ordinare il Cialis in Rome

Calcio … canicolare, di Gualtiero Magnani

E’ sempre stato considerato un caso anomalo, ma non insolito, il fatto che il campionato italiano di calcio, nel corso della sua lunga storia (iniziata nel 1898), abbia contemplato il mese di luglio come “appropriato” all’attività agonistica. Almeno fin da quando fu attuata la riforma dei campionati, e cioè dalla stagione 1929-30, il calendario delle partite prevedeva la sua conclusione entro il mese di giugno, se non prima. Luglio era normalmente riservato alle vacanze dei calciatori e alle operazioni di mercato delle società.                                                             
Solamente circostanze eccezionali hanno costretto la Federcalcio a procrastinare al mese di luglio il termine dell’attività ufficiale; e talvolta è capitato anche alla Carrarese di dover sottoporre giocatori e spettatori all’afa della canicola.                      
Prima di esaminare i singoli casi della nostra squadra ci pare opportuno precisare che, con l’avvento dell’illuminazione artificiale negli stadi (la prima gara di campionato in notturna risale al 1958) e il relativo dilatarsi dell’attività calcistica dal punto di vista organizzativo, i limiti di clima e d’orario possono considerarsi ormai superati, per cui in futuro si potranno disputare partite in qualunque stagione ed a qualunque ora…                                                                                                      Ma torniamo al presente, anzi, al passato.

Campionato 1925-26

La Carrarese milita nel girone B della Terza categoria toscana, composto da sei squadre: Carrarese, Empoli, Mens Sana Siena, Pontedera, Toti Livorno e Vigor Fucecchio. La formazione Azzurra si classifica al primo posto con 17 punti ed è ammessa a disputare le finali interregionali con Faenza, Pietrasanta, Rapallo, Sassuolo e Signa; ottiene il secondo posto ed è promossa alla Seconda categoria. Le gare di ritorno di questa girone di finale, iniziato nel mese di maggio, vennero disputate nei seguenti giorni:

Domenica 11 luglio 1926 CARRARESE – RAPALLO 0-2

Domenica 18 luglio 1926 FAENZA – CARRARESE 1-0

Domenica 25 luglio 1926 SASSUOLO – CARRARESE 0-2 (forfait Sassuolo)

Domenica 8 agosto 1926 CARRARESE – SIGNA 5-0

Domenica 29 agosto1926 CARRARESE – PIETRASANTA 5-0

Campionato di Serie B 1946-47

Il campionato nazionale di Serie B 1946-47 era articolato su tre gironi, composti, dal punto di vista geografico, come l’attuale serie C; la Carrarese era stata inclusa nel girone A e l’ultima giornata di quel lunghissimo torneo a 22 squadre vide la compagine Azzurra (già tranquillamente assisa all’undicesimo posto in classifica con 41 punti) impegnata sul campo del Seregno: è domenica 6 luglio del 1947 e il risultato finale fu di 2-0 per la squadra lombarda.

Campionato di Serie C 1948-49                                                                                         (Spareggi per la promozione in serie B)

Fu uno dei più affascinanti campionati disputati dalla Carrarese, che poteva contare su una delle più brillanti formazioni della sua plurisecolare storia calcistica. Il torneo era articolato su quattro gironi e la prima classificata di ciascuno di essi sarebbe stata promossa in serie B. Carrarese e Prato dominarono nel girone B e terminarono il loro percorso al primo posto a parità di punti (58).                                                                               Il campionato si era concluso domenica 3 luglio 1949 con la gara disputata a Terni, sul campo della Ternana, terminata col risultato di 5-1 a favore della Carrarese. Si rese dunque necessario ricorrere ad una partita di spareggio, che, essendosi conclusa in parità pur dopo i tempi supplementari, obbligò le due squadre ad un secondo confronto. Le due gare si svolsero in campo neutro “con un caldo torrido”, come precisarono le cronache dell’epoca, e si conclusero con i seguenti risultati:

Domenica 10 luglio 1949: campo neutro di Padova                                            CARRARESE – PRATO 3-3 dopo i tempi supplementari (3-1, 0-2; 0-0, 0-0)       con reti di Vargas (C) al 2’, Broccini (C) al 13’, Guaraldo (P) al 40’ su rigore, Vargas (C) al 60’, Ferrari (P) all’81’.

Domenica 17 luglio 1949: campo neutro di Ferrara                                                        PRATO – CARRARESE 1-0 (1-0) con rete di Guaraldo (P) al 15’.                                                   Il Prato è promosso in serie B

Campionato di IV serie 1952-53                                                                                         (Spareggio per il titolo italiano di IV serie)

La Carrarese fa parte del girone D, composto da 16 squadre, e conclude il campionato al primo posto con 37 punti. Con Lecco, Magenta e Pordenone, vincitrici degli altri raggruppamenti, deve disputare un girone di finale a quattro, con gare di andata e ritorno, che termina con ben tre squadre a parità di punti (Carrarese, Lecco e Pordenone: punti 7) che sono così costrette ad affrontarsi in gare di spareggio da disputarsi in campo neutro nel mese di giugno e la Carrarese, classificandosi al primo posto, conquista la promozione in serie C.                                                                                 
Ma c’è ancora un impegno da assolvere, perché il campionato di IV serie prevedeva l’assegnazione del titolo di campione italiano di categoria tra le vincenti del raggruppamento nord e di quello sud, che furono rispettivamente Carrarese e Catanzaro; le due squadre dovettero pertanto confrontarsi in gare di andata e ritorno nell’infuocato luglio (specialmente in Calabria) del 1953. La prima partita si disputò alla “Fossa dei leoni”, stracolmo di pubblico: chi scrive ricorda che la maggior parte degli spettatori maschili o si mostrava a torso nudo, già abbronzato dalla permanenza al mare, o indossava la sola canottiera e portava un rudimentale copricapo fatto con carta di giornale! La gara di andata terminò in parità, mentre quella di ritorno fu vinta dal Catanzaro che si fregiò così del primo titolo di campione d’Italia di IV serie. Ecco il dettaglio delle due gare:

Gara di andata: domenica 12 luglio 1953                                                               CARRARESE – CATANZARO 2-2 (2-1)                                                                            Marcatori: Gagliardi (Carrarese) al 30’, Leotta (Cz) al 34’, Rosini (Carrarese) al 39’, D’Avino (Cz) al 70.

Gara di ritorno: domenica 19 luglio 1953                                                                           CATANZARO – CARRARESE 2-1 (0-1)                                                                         Marcatori: Gagliardi (Carrarese) al 23’, Geraci (Cz) al 67’, Leotta (Cz) al 90’.

Campionato di serie C/2 1978-79                                                                                         (uno spareggio… infinito!)

La Carrarese è inserita nel girone A, composto da 18 squadre; la prima classificata fu la Sanremese, che venne promossa direttamente alla C/1. Per designare la seconda promovenda fu necessario disputare uno pluri-spareggio a cinque: Carrarese, Cerretese, Imperia, Montevarchi e Sangiovannese, che si erano classificate seconde a parità di punti. Tale parità si confermò addirittura anche dopo lo spareggio, svoltosi con gare in campo neutro nel corso del mese di giugno: le cinque squadre ottennero 4 punti in classifica ciascuna! Il sopravvenuto ritiro della Cerretese dalla competizione, riducendo a quattro il numero delle concorrenti, consentì di sorteggiare due incontri di semifinale da disputarsi in campo neutro e tempi supplementari; dopo di che le due vincenti si sarebbero affrontate in una finale “secca”, sempre in campo neutro e con eventuali tempi supplementari. Ecco il dettaglio delle gare della nostra squadra:

Semifinale: domenica 8 luglio 1979: campo neutro di Pistoia                                                       CARRARESE – SANGIOVANNESE 3-1 dopo i tempi supplementari.                                Marcatori: Trevisan (Sg) al 13’, Fazzi (Ca) al 19’, Malisan (Sg) autorete al 98’, Carmassi (Ca) al 117’.

Finale: mercoledì 11 luglio 1979: campo neutro di Pistoia                                                             MONTEVARCHI – CARRARESE 3-2 dopo i tempi supplementari.                              Marcatori: Bressani (Mv) al 38’, Niccolai (Mv) al 61’, Bonfanti (Ca) al 65’, Fazzi (Ca) al 70’, Niccolai (Mv) al 118’.                                                                               Montevarchi promosso in C/1.

*

Siamo alla vigilia di un importantissimo appuntamento per la nostra Squadra. La Società o, meglio, la Città tutta palpitano in attesa dell’evento. Anche se la partita si svolgerà “a porte chiuse”, le gradinate dello Stadio dei Marmi saranno virtualmente assiepate per incitare gli Azzurri alla conquista di quel traguardo che gli sportivi carraresi attendono da oltre settant’anni. Forza Carrarese!

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com